Nome:    Password:    Auto     
 25
 0
 2
16
nov
Nuovo percorso della linea 80

Da lunedi mattina 11 novembre 2018 ore 9 fermata provvisoria davanti alla Farmacia

Ne consegue che a causa dei lavori di rifacimento della carreggiata la via Turbigo diventa a senso unico in entrata a Figino!!!

 





condividi su facebook    Stampa veloce  crea pdf di questa news   
09
nov
MODIFICA PERCOPRSO LINEA 80


Comunicazione di servizio ATM:a partire da lunedì 19 novembre per consentire i lavori alla via Turbigo la linea 80 subirà una deviazione nella SOLA direzione De Angeli. 
 
La fermata Figino (di fronte Chiesa) verrà arretrata altezza farmacia comunale.Il bus svoltera' a sinistra per via Rasario. 
 
Effettuerà la fermata di via Rasario. Al semaforo svoltera' a destra per via Silla. 
 
Al semaforo effettuerà la fermata che sostituisce quella di via Turbigo (di fronte scuola).

Durata circa 1 mese. 
 
Percorso verso Molino rimane invariato.



condividi su facebook    Stampa veloce  crea pdf di questa news   
06
nov
Frammenti di storia dei Caduti di Musocco e dintorni del primo Conflitto Mondiale
Associazione Culturale “Il Giuscano – Figino”.

Invito

Lo scorso 4 novembre si è celebrata in tutta Italia la ricorrenza del centenario della fine ufficiale della prima guerra mondiale. Tante cerimonie in giro per tutta Italia, ma molto significativa quella ufficiale svoltasi a Trieste con la presenza del Capo dello Stato.
Figino, o meglio, una famiglia di Figinesi ha fatto si che anche qui se ne svolgesse una in ricordo dei caduti di questo quartiere milanese, ponendo una corona di fiori ai piedi del monumento ai caduti delle due guerre mondiali posto nello spazio antistante la chiesa.

Peccato che non ci sia stata una grande presenza di persone, ma è lo scotto che si paga quando la Storia del proprio Paese non rappresenta un argomento di cultura personale.

Per cercare di far nascere, o crescere, un po’ di interesse sull’argomento che normalmente non trova spazio nella vita di tutti i giorni, pur in ritardo rispetto alla data ufficiale, il giorno 1 dicembre, sabato alle ore 16, presso la Biblioteca Spiazza, che ha prontamente accolto la proposta, è previsto un incontro con lo storico Antonio Barbalinardo per la presentazione del suo recentissimo volume “ Frammenti di storia dei Caduti di Musocco e dintorni del primo Conflitto Mondiale”

In un capitolo del libro sono inserite notizie relative ai caduti di Figino.

Durante la presentazione è prevista la proiezione di immagini, documenti e filmati relativi a quel periodo.

L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale Il Giuscano – Figino” che ha voluto in qualche modo far si che anche qui, così come è accaduto nel resto d’Italia, si ricordassero quei tempi e in questa particolare occasione i “combattenti” coinvolti in quel tragico periodo.

Sollecitiamo dunque la presenza dei Figinesi per avere qualche notizia in più in merito ai loro antenati caduti sui fronti della prima guerra mondiale partecipando attivamente all’incontro; i più anziani potranno raccontare qualche loro ricordo legato a queste persone, e i giovani chiedere di soddisfare la loro curiosità sugli accadimenti legati a quel periodo.

Questo incontro rimanda a quello molto interessante tenuto il 18 novembre del 2017, durante il quale abbiamo rilevato la presenza di un pubblico attento e partecipe. Sarebbe bello poterlo confermare.

La pubblicazione ha avuto il placet per l’apposizione del logo del Consiglio dei Ministri relativo alle celebrazioni ufficiali del “Centenario” della prima guerra Mondiale e sarà disponibile per l’acquisto nel corso dell’incontro.

Bruno Volpon

Associazione Culturale Il Giuscano - Figino



condividi su facebook    Stampa veloce  crea pdf di questa news   
24
ott
ASSEMBLEA DEL NUOVO COMITATO DI QUARTIERE

 CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

In data 15 settembre si è tenuta la terza assemblea per il rinnovo del nuovo direttivo dimissionario, e come le due precedenti si è conclusa senza nulla di fatto.
E come previsto dallo statuto del CDQ che stabilisce il suo rinnovo entro 60 giorni, e quindi dal 15 settembre 2018,  lo stesso si ritiene sciolto
Il CDQ in questi anni ha assunto il suo ruolo di riferimento sia per i cittadini sia per le istituzioni, e ritengo  che questo patrimonio non venga disperso e che la nostra storia che prosegue da 40 anni debba avere un seguito.
Quindi dopo tutto questo tempo a cui ho dedicato la mia attività politica sociale per il mio quartiere, credo che sia doveroso ricostituire una nuova associazione che prosegua tutte le attività del vecchio comitato di quartiere costituendone  uno nuovo , mantenendo il nostro glorioso logo CDQ, per dare continuità di forza sociale e di salvaguardia del nostro quartiere, continuando a portare avanti gli obiettivi in sospeso e affronti i nuovi che verranno.
Invitiamo tutti i soci del  CDQ a partecipare per condividere la proposta sopra esposta.
                                          
Ostelio Poletto
SABATO  27 OTTOBRE 2018 ALLE ORE  15.00
presso il salone  Vito Gallina della cooperativa Ferruccio Degradi via Fratelli Zanzottera 14




condividi su facebook    Stampa veloce  crea pdf di questa news   
12
ott
Mezzelune tirolesi Schlutzkrapfen
In occasione di Social Dal Vivo una ricetta della mia infanzia
Ricetta originale

Gli Schlutzkrapfen (conosciuti anche come Schlickkrapfen, Schlierkrapfen o Schlipfkrapfen) o traducibili in italiano come mezzelune, sono dei ravioli/agnolotti ripieni di spinaci e ricotta tipici della Val Pusteria, diffuso in tutta la regione del Tirolo. Nelle valli ladine sono conosciuti come crafuncins o cajincì. Nella tradizione culinaria bellunese sono conosciuti invece come casunziei. Sono molto simili ai pierogi polacchi.

Ingredienti (4 persone):
Pasta:
150 g di farina di segale
100 g di farina di frumento
1 uovo
50 - 60 ml di acqua tiepida
1 C di olio
sale

Ripieno:
150 g di spinaci bolliti (circa 300 g di spinaci freschi)
50 g di cipolle tagliate finemente
1 spicchio d'aglio tritato finemente
1 C di burro
100 g di ricotta d'affioramento
o di ricotta romana
1 C di parmigiano grattugiato
1 C di erba cipollina tagliata finemente
1 presa di noce moscata gratttugiata
pepe appena macinato, sale

Altro:
parmigiano grattugiato
burro nocciola
erba cipollina tagliata finemente

Pasta:
Mescolare le due farine, disporle a forma di corona sulla superficie di lavoro e salarle.
Unire l uovo all acqua tiepida e all olio, versare il liquido al centro della corona di farina ed impastare il tutto omogeneamente.
Far riposare la pasta coperta per 30 minuti.

Ripieno:

Tritare finemente gli spinci, rosolare la cipolla e l aglio nel burro, unire gli spinaci e poi abbassare la fiamma. Aggiungere la ricotta, il parmigiano e l erba cipollina, condire con la noce moscata, il sale, il pepe e mischiare bene.
Stendere la pasta ottenendo una sfoglia sottile.

Preparazione:

Lavorare la pasta il più velocemente possibile, in modo che non si secchi.
Ritagliare con una formina rotonda e liscia dei cerchietti di pasta del diametro di 7 cm. Posare con un cucchiaio o con un sacco à poche il ripieno al centro di ogni dischetto. Bagnare il bordo con dell acqua e piegare la pasta facendole assumere la forma di piccole mezzelune. Premere immediatamente con le mani i bordi della pasta. Cuocere gli Schlutzkrapfen in acqua salata e disporli sui piatti. cospargere di parmigiano e servire con burro nocciola ed erba cipollina. Tempo di cottura: 3 4 minuti

Enrico Grava



condividi su facebook    Stampa veloce  crea pdf di questa news   
Vai a pagina       >>